Scuola di Tarantella Mantemaranese – Sud Italia: Tarantella di Montemarano

Giovedì 28 Giugno - Domenica 1 Luglio

Ad una prima e superficiale lettura l’esistenza di una Scuola di Tarantella Montemaranese potrebbe sembrare quasi una contraddizione: da una lato l’indicazione di un “oggetto” di natura squisitamente folklorica, che ha tra le sue caratteristiche la trasmissione delle competenze per le vie tradizionali della acculturazione attraverso l’apprendistato, e, dall’altro, il nominare un Istituto, come la scuola, che direi per definizione appartiene ad altre logiche di trasmissione della competenza, più connesse ad una società egemonica che subalterna (si pensi ad esempio alla dinamica relazione professore/studente).

Questa constatazione potrebbe infatti suscitare la domanda: come si può insegnare qualcosa che va innanzitutto vissuto, partecipato, respirato, osservato (cioè tutte azioni che richiedono il sentire sul piano emotivo)? Come si fa ad incasellare questi piani in “lezioni” o “workshop”, che inevitabilmente rimandano ad azioni sul piano razionale, come l’apprendimento di una tecnica, che è sì importante ma certo non fondamentale?

Ed è proprio qui che personalmente ritengo vengano superate queste distanze. L’operato della Scuola di Tarantella Montemaranese non va assolutamente immaginato come la trasmissione di un sapere tecnico, nello specifico il saper ballare (la qual cosa avviene, come effetto, e che certamente non è la ragione prima) ma come la comunicazione di un sentire, di un appartenere e, in fondo, di un gioire che viene messo a disposizione su un piano sovralocale, com’e giusto che sia in una logica che si allontana da un pericoloso localismo per abbracciare quelle dinamiche che inseriscono le qualità del locale in un’ottica globale. Qui la trasmissione avviene non solo attraverso lo sguardo, strumento fondamentale dell’apprendistato, ma anche e soprattutto attraverso l’empatia, che rimanda ad uno dei tratti fondamentali della tarantella, vale a dire l’essere un momento di coesione e di identità di un gruppo sociale e al tempo stesso un momento di apertura e di comunicazione verso un esterno da coinvolgere.

Augusto Ferraiuolo
docente di antropologia alla Boston university

Sito web:
www.scuoladitarantellamontemaranese.it
www.tarantellaforafrica.it

Atelier di danza: Sud Italia: Tarantella di MontemaranoSabato / 10:30 / Palco 2
Domenica / 10:30 / Palco 2
Concerti serali: Sud Italia: MontemaranoVenerdi / 21:30 / Palco 4
Sabato / 22:45 / Palco 3

other speakers